Il nostro viaggio finisce qui!

13 agosto, giorno 19

Ebbene si, siamo alla fine (sigh, sigh e sigh)! Dopo 19 giorni a spasso per il Canada occidentale è giunto il momento di tornare a casa. Ma non subito, oggi ce la godiamo tutta! Partiamo al mattino da Pemberton a un orario decente, ma solo dopo esserci concessi una buona colazione in una bakery molto carina nella stazione del “Rocky Mountaneer”, il trenone che attraversa le spettacolari Montagne Rocciose. Lungo la strada ci fermiamo in un piccolo villaggio con casette in legno, un posto da sogno. Abitare qui sarebbe un gran benessere! Stop successivo a Whistler, bella località di villeggiatura molto frequentata, famosa per aver ospitato nel 2010 diverse gare delle Olimpiadi invernali. Il tempo stringe perciò lasciamo a malincuore Whistler, un’ultima scarpinata in terra canadese prima di partire è d’obbligo. Il Garibaldi Provincial Park, situato appena a 70 km a nord di Vancouver, è anch’esso di notevole bellezza, meriterebbe di certo una visita più accurata. Purtroppo per noi, nel poco tempo che ci rimane, riusciamo solo a fare una micro escursione nell’area a ridosso del Cheakamus lake. Meglio che niente, dai. Finito il nostro giretto tra i sentieri del Garibaldi non ci resta che prendere la nostra mitica Sonic e puntare verso Vancouver, in attesa della mattina e dell’aereo che ci riporterà verso l’Italia. Come tutte le cose, anche questo viaggio, ha un inizio e, purtroppo, un fine… Una cosa è certa: sicuramente è un viaggio che rifarei domani e che consiglierei davvero di fare, alcuni luoghi sono davvero di una bellezza incomparabile. Si torna a casa quindi, col portafogli un po’ più vuoto ma con la mente piena di ricordi indelebili.

Buone cose e buone viaggi!

Paolo

  • https://plus.google.com/108358230231973395095

    Come è triste ritornare ..dopo tanta bellezza….ma arricchiti “dentro” ….i ricordI non SI CANCELLERANNO MAI. BRAVO!!! È STATO UN PIACERE SEGUIRTI

    • https://www.facebook.com/app_scoped_user_id/10154239260498225/

      Già! L’unica cosa positiva è che finito un viaggio si può già pensare a quello successivo 🙂 Grazie per i commenti, Milena!